Eventi e News
Venerdì 23:
The Midnight in concerto

Sabato 24 e Domenica 25:
i Druidi Erranti presso i giardini San Carlo,
giochi da tavolo e tornei a premi,
il GiocaElfo, gioco per bambini per conseguire il diploma di elfo perfetto (solo sabato),
Scuola di Magia con lezioni, duelli e voli con la scopa magica (solo domenica),
la Terra di Mezzo, un luogo magico dove incontrare i personaggi del Signore degli Anelli.

La Festa delle Fate su Facebook
La Festa delle Fate su Facebook



Gemellaggi
Cartoon Club  Rimini Ochacaff�

Collaborazioni e partner
Dejavu - Il portale del Fantasy Hotel Miravalli PsicoMagia con i Tarocchi delle Fate ZakuraFood La Dama e l'Unicorno Rossetto BHC KNI - Knight Rider Italia Reiki RAU Asso Bar A.P.S. Just for Geek Aquardens

I Druidi Erranti

I Druidi ErrantiNei Giardini S. Carlo sul lungolago di Garda vi aspettano i Druidi Erranti per portarvi nel mondo dei Celti con prove di forza dedicate ai bambini.











Programma delle giornate con giochi e intrattenimenti a ciclo continuo:

  • Tiro al romano con rocce e pietre (finte)
  • Lancio del tronco
  • Scherma per bambini
  • Racconti e leggende dei Druidi
  • Lettino per sedute di bioenergia
  • Laboratorio di lavorazione del cuoio e produzione di piccoli oggetti artigianali
L'area dei Druidi Erranti è gestita dal Clan del Serpente.

Clan del Serpente

Il Clan è stato fondato grazie all'interesse comune per le rievocazioni e le feste celtiche. Dopo aver partecipato a innumerevoli convegni e festività, religiose e non, a tema celtico, ci siamo resi conto di essere, più che un gruppo, un clan spinto dalla passione comune per il mondo antico. In particolare, dal punto di vista storico, ci interessiamo all'epoca romana e preromana, fino agli sconvolgimenti che portarono alla caduta dell'Impero Romano e allo stravolgimento della cartina geografica europea.

Il nostro fine, come clan, è divulgare la storia come raramente è studiata e conosciuta, ossia il mondo celtico al di là del limes romano, fatto di tradizioni, consuetudini, credenze, riti e cerimonie. Questo perché i libri di storia spesso mostrano la storia dell'epoca dal punto di vista romanocentrico, tralasciando aspetti che tutt'ora traspaiono nella comune tradizione popolare e che la storia ha un po' accantonato. Il nostro clan si propone di tener vive tradizioni millenarie basate su una spiritualità e un modo di vivere che celebrano i naturali ritmi vitali, rendendoci parte del procedere della vita del mondo di cui tutti facciamo parte.

Non ci interessiamo solo di spiritualità e abitudini antiche, ma anche di una parte più ludica. Abbiamo scoperto, infatti, che uno dei modi più accattivanti per divulgare questo genere di cultura, come spesso accade, è attraverso il gioco, inteso come una sorta di rivisitazione moderna di quelle usanze che ci proponiamo di far rivivere giorno dopo giorno.

Infatti, proprio il gioco avrà un ruolo privilegiato durante la Festa delle Fate.