Eventi e News
Venerdì 23:
The Midnight in concerto

Sabato 24 e Domenica 25:
i Druidi Erranti presso i giardini San Carlo,
giochi da tavolo e tornei a premi,
il GiocaElfo, gioco per bambini per conseguire il diploma di elfo perfetto (solo sabato),
Scuola di Magia con lezioni, duelli e voli con la scopa magica (solo domenica),
la Terra di Mezzo, un luogo magico dove incontrare i personaggi del Signore degli Anelli.

La Festa delle Fate su Facebook
La Festa delle Fate su Facebook



Espositori

Gemellaggi
Cartoon Club  Rimini Ochacaff�

Collaborazioni e partner
Dejavu - Il portale del Fantasy Hotel Miravalli PsicoMagia con i Tarocchi delle Fate ZakuraFood La Dama e l'Unicorno Rossetto BHC KNI - Knight Rider Italia Reiki RAU Asso Bar A.P.S. Just for Geek Aquardens

Diletta Nicastro

Diletta Nicastro

Skara Autrice della saga mystery 'Il mondo di Mauro & Lisi', incentrata sul Patrimonio dell'Umanità dell'Unesco. La saga, che al momento conta 9 romanzi, 3 raccolte di racconti e 1 novella natalizia, ha fatto un'incursione in Irlanda, con il romanzo 'Dio salvi il Gigante - Il sesto incarico' (sito Unesco raccontato - Giant's Causeway in Irlanda del Nord), dove vengono narrati i panorami selvaggi e le storie affascinanti del Donegal (mentre si tenta di sventare un attentato terroristico).
'Il tesoro di Skara Brae - Il secondo capitolo', inoltre, si svolge nelle isole Orcadi in Scozia e si approfondisce la storia di questa terra, dagli antichi abitanti neolitici, passando per i vichinghi, fino ai vittoriani della seconda metà dell'Ottocento.

http://www.ilmondodimauroelisi.it






Skara Skye ha una storia antichissima, sia geologicamente che umanamente. La leggenda si miscela al mito e parla di antiche popolazioni pre-celtiche dal nome Feine; di sacerdoti che cristianizzarono la Scozia e la sua gente, quei Pitti che hanno lasciato monumenti risalenti all'età del Ferro; di guerrieri irlandesi in conflitto con i vichinghi; di clan scozzesi in cruente lotte per il territorio; di visite di re amici e nemici; di suonatori di cornamuse che scrissero i lamenti più celebri che questa arte conosca; di guerre civili, di vittorie e sconfitte e di sconfitte e vittorie; del dramma delle Clearances e delle migrazioni verso il Nuovo e Nuovissimo Mondo; delle barricate dei contadini e delle vittorie politiche che ridiedero respiro alla povera gente; di Highland Games ormai centenari; di scalate e conquiste; della rinascita dellíantica cultura grazie alla prima Università in lingua gaelica, qui fondata qualche decennio fa.
Generazioni e generazioni si sono passate il testimone per scrivere l'avventura di questa terra, tra burrasche, paure, onore, rispetto e valore.
La pagina più sfogliata di questo libro millenario è il capitolo del 1746, quando a Skye trovò rifugio il Giovane Pretendente Stuart, Bonnie Prince Charlie, dopo la sconfitta di Culloden contro il Duca di Cumberland. Egli rimase nell'isola appena sei giorni, ma il suo pellegrinaggio tra grotte, nascondigli e Highlanders leali, e il modo in cui la giovane Flora MacDonald sfidò gli inglesi pur di proteggere e tutelare il Suo Re, furono cantante da decine di ballate e melodie tradizionali ancora oggi suonate in tutta la Scozia e Oltre Oceano. E ovunque si vada, sembra ancora di sentire i remi della barca che portò qui 'the lad that is born to be king' (dalla canzone Over the sea to Skye).